Il WWF Siena

Contenuti

Il WWF in rete

Sostieni la marcia
STOP PESTICIDI, SÌ al BIOLOGICO
14 aprile 2019 - ore 14.00
Radda in Chianti
Gaiole in Chianti

WWF Siena

STRUTTURA TERRITORIALE PROVINCIALE DEL WWF ITALIA

Iscritta nel registro regionale del volontariato con decreto Presidente Prov. di Siena Nr. 43/2012
C.F. 92058890523 - Email: siena@wwf.it - PEC: wwfsiena@pec.it

bg_004.jpg

I due animali sono stati ricoverati presso il centro recupero del WWF a Semproniano

Dopo solo venti giorni di caccia il servizio di recupero fauna selvatica del WWF, che opera sul territorio senese in convenzione con la Provincia, ha già effettuato diversi interventi di soccorso per animali feriti da arma da fuoco. Gli ultimi due casi risalgono al 10 ottobre scorso e riguardano un giovane Falco di Palude, rinvenuto da un cacciatore nei pressi del lago di Chiusi, ed un Falco Pellegrino soccorso a Poggibonsi. Dopo una visita preliminare i due rapaci sono stati ricoverati al CRASM di Semproniano, gestito dal WWF.

Sempre nel territorio senese nei giorni precedenti sono stati soccorsi altri uccelli protetti da norme comunitarie e nazionali, fra cui un Falco Pecchiaiolo, un Picchio Verde e un Piviere Tortolino. In tutti i casi sono state riscontrate ferite da sparo,e gli esami radiografici hanno evidenziato la presenza di pallini in più parti del corpo degli animali. L'abbattimento di specie protette è proibito dalla legge 157/92 e sanzionato con l'arresto da due ad otto mesi o con ammenda da € 774,69 ad € 2065,83.

Purtroppo i dati confermano che il fenomeno è tristemente ancora diffuso in Toscana, ed i fatti noti rappresentano solo quella parte limitata che viene intercettata da controlli sul territorio o segnalazioni. Il contrasto del problema passa indubbiamente da un potenziamento dei controlli, ma il WWF auspica che finalmente trovi ben più ampia diffusione nel mondo venatorio la cultura del rispetto delle regole e della natura che esse tutelano.

(Falco di palude, foto di Gianguido Gilioli)