Il WWF Siena

Contenuti

Il WWF in rete

WWF Siena

STRUTTURA TERRITORIALE PROVINCIALE DEL WWF ITALIA

Iscritta nel registro regionale del volontariato con decreto Presidente Prov. di Siena Nr. 43/2012
C.F. 92058890523 - Email: siena@wwf.it - PEC: wwfsiena@pec.it

bg_002.jpg

Il 24 marzo anche in provincia di Siena la più grande mobilitazione globale sul cambiamento climatico

Sabato 24 marzo è l’Ora della Terra del WWF, la più grande mobilitazione globale che, partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un’ora, unisce cittadini, istituzioni e imprese in una comune volontà di dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico.

Le luci si spegneranno per un’ora attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche, passando anche dalla nostra provincia, dove quest'anno salgono a 18 le Amministrazioni Comunali che aderiscono: dalle 20:30 alle 21:30 a Siena sarà spenta l'illuminazione monumentale di Piazza del Campo, a Colle Val d'Elsa il Comune spegnerà le luci della Fontana Centrale in Piazza Arnolfo, a Poggibonsi l'illuminazione del camminamento Enrico VII della Fortezza Medicea, a Monteriggioni l'illuminazione monumentale del Castello, a San Gimignano sarà spenta la Loggia Nuova in piazza del Duomo, mentre a Monteroni d'Arbia sarà spento il Monumento ai caduti in Viale delle Rimembranze. A Monticiano il Comune spegnerà le illuminazioni pubbliche del palazzo del Municipio e della Chiesa, ambedue in piazza S. Agostino, a Casole d'Elsa sarà spenta l'illuminazione della Rocca, sede del Comune, a Murlo la Rocca di Crevole, mentre Montalcino aderisce spegnendo i Loggiati del Sansovino e il Palazzo comunale, compresa la torre civica. A Montepulciano il Comune spegnerà l'illuminazione della Torre del Palazzo Comunale in Piazza Grande, a Castellina in Chianti l'illuminazione del Tumulo Etrusco di Monte Calvario, a Castelnuovo Berardenga l'illuminazione di Piazza Marconi, a Gaiole in Chianti i giardini pubblici di Via Roma, a Radda in Chianti la lanterna sotto le logge del Palazzo Comunale. Infine, a Chiusdino e a Pienza saranno spente le illuminazioni dei Palazzi Comunali, mentre a Chianciano Terme sarà spenta l'illuminazione della Torre dell'Orologio.

Il cambiamento climatico evolve molto rapidamente e gli impatti sono sempre più seri e preoccupanti. Finora le azioni dei Governi a livello nazionale e globale sono state troppo lente e poco incisive, non al passo con un rischio che mette a repentaglio il Pianeta come lo conosciamo e dunque la stessa civilizzazione umana.

L’effetto-clima sulle specie animali e vegetali è un amplificatore della “Sesta estinzione di massa” che l’uomo sta provocando nei confronti della ricchezza della vita sul pianeta. Ma, al contrario delle prime 5 estinzioni già avvenute, quella attuale non è frutto di fenomeni naturali ma avanza rapidissima ed è causata da una sola specie: l’uomo.

La IUNC (International Union for Conservation of Nature) ci ricorda che quasi la metà (il 47%) delle specie di mammiferi monitorate e quasi un quarto delle specie di uccelli (24.4%) subiscono l’impatto negativo dovuto ai cambiamenti climatici. In totale si tratta di circa 700 specie. A tutto questo va aggiunto che la perdita di biodiversità nel mondo comporta una perdita economica pari a 50 miliardi di dollari ogni anno, colpendo per lo più le aree meno ricche del pianeta!

Nella COP21 di Parigi, nel dicembre del 2015, si è però raggiunto un accordo storico che può segnare una inversione di tendenza, a patto che si acceleri la decarbonizzazione, cioè l’abbandono dei combustibili fossili e il passaggio all’energia rinnovabile e a modelli di efficienza e risparmio energetico.

Il WWF Siena invita i cittadini a scattare le foto dei monumenti che saranno spenti (prima e dopo) ed inviarle a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o condividerle sui social per celebrare così questo evento che sta conquistando anno dopo anno sempre più comuni della nostra provincia.

Nella foto, Il Palazzo Pubblico di Siena, Earth Hour.

Approfondimenti:

Domande e risposte sul cambiamento climatico

Il cambiamento climatico: conosciamolo!