Il WWF Siena

Contenuti

Il WWF in rete

Sostieni il progetto
PIANTA UN ALBERO
a SIENA!

WWF Siena

STRUTTURA TERRITORIALE PROVINCIALE DEL WWF ITALIA

Iscritta nel registro regionale del volontariato con decreto Presidente Prov. di Siena Nr. 43/2012
C.F. 92058890523 - Email: siena@wwf.it - PEC: wwfsiena@pec.it

bg_007.jpg

Il 26 settembre 2021 è la Giornata Mondiale dei Fiumi, evento che si celebra dal 2005 per sensibilizzare l'opinione pubblica e incoraggiare una migliore gestione dei corsi d’acqua in tutto il mondo.

In questa occasione il WWF Italia nell’ambito della campagna LiberiAmo i Fiumi presenta il nuovo Report sui fiumi italiani, quest’anno dedicato al censimento delle barriere artificiali che degradano i nostri corsi d’acqua, e alle proposte di rinaturalizzazione fluviale. Il WWF Siena ha pensato di ricordare la Giornata Mondiale dei Fiumi con una camminata nel torrente Farma, del tutto gratuita e aperta a chi vorrà partecipare, previa prenotazione.

Partiremo da Scalvaia (Comune di Monticiano) alle ore 10.00 con ritrovo al grande parcheggio prima del paese, e visiteremo i principali punti di interesse naturalistici e storici di questo tratto del torrente: dalla “steccaia” medievale fino al molino e alla ferriera di Torniella, arrivando fino ai noti “Canaloni”, spettacolari cascatelle sulle rocce più antiche della Toscana. Il percorso è di circa 8 km con dislivello di circa 200 m, a tratti impegnativo per il fondo sassoso e sconnesso. Il ritorno a Scalvaia è previsto per fine mattinata. Nel pomeriggio, chi vorrà potrà visitare il Museo della Biodiversità di Monticiano, dove potrà approfondire la conoscenza delle Riserve Naturali della Val di Farma e, in occasione della Giornata mondiale dei Fiumi, osservare al microscopio i microorganismi che popolano le sue acque.

Il torrente Farma è tra i fiumi più conservati della Toscana, è ancora in buono stato anche se non è esente da problemi, fra i quali rientrano il taglio del bosco che impoverisce i preziosi e particolari boschi della valle, e una fruizione “balneare” del fiume non sempre rispettosa, con auto che arrivano fino al cuore della valle, anche dove sarebbe meglio andare a piedi.

Ma nella Giornata Mondiale dei Fiumi il nostro scopo è soprattutto quello di ricordare i corsi d’acqua meno fortunati e meno conosciuti, che annualmente vengono martoriati con interventi discutibili e dannosi di cui più volte abbiamo parlato. L’ARPAT, per il terzo anno consecutivo, nel suo rapporto annuale sullo stato dei fiumi ha sottolineato anche per il 2020 come gli interventi sui corsi d’acqua realizzati per limitare il rischio idrogeologico hanno portato al degrado degli habitat fluviali e chiede che “Nell'approcciarsi ad intervenire sui fiumi sarebbe opportuno e auspicabile valutare l'importante funzione che essi svolgono quali “sistema circolatorio” del territorio ed “organismi vivi” in continua mutazione, solo in questo modo si arriverebbe a salvaguardarli per proteggere anche il territorio”. La Strategia europea per la biodiversità, recentemente approvata dall’Unione Europea, impegna gli Stati membri a “Riportare almeno 25.000 km di fiumi a scorrimento libero” entro il 2030. Nonostante ciò, anche per il 2021 decine di milioni di euro sono stati spesi dai Consorzi di Bonifica della Toscana con il beneplacito della Regione, per pesanti interventi di “manutenzione” sui corsi d’acqua e per nuove opere artificiali lungo i fiumi, che ignorano sistematicamente gli obiettivi europei; per di più la stessa Regione, come si legge dagli atti rilasciati in questi ultimi anni dal Genio Civile e come abbiamo visto direttamente sul territorio, autorizza senza porsi troppi problemi anche il taglio del bosco lungo i corsi d’acqua richiesto da privati, cosicché ben pochi tratti dei nostri fiumi si salvano!

Chiediamo alla Regione Toscana un deciso cambio di gestione verso gli obiettivi europei, chiediamo che i soldi dei contribuenti vengano spesi per la riqualificazione naturalistica dei fiumi e che non si più permesso distruggere gli ecosistemi fluviali come sta avvenendo in questi ultimi anni.

Informazioni e prenotazioni per la passeggiata sul Farma: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., cell. 328 7024804.

Informazioni sul Museo di Monticiano: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., cell. 335 7296665 (non è necessaria la prenotazione).

Riferimenti:
www.worldriversday.com
wwf.it: LiberiAmo i fiumi!
Arpat: Monitoraggio delle acque
Strategia Europea per la Biodiversità
Museo della Biodiversità di Monticiano