Costruiamo un nido artificiale PDF Stampa E-mail
Indice dell'articolo
Costruiamo un nido artificiale
Il progetto di un nido

Mostra tutto l'articolo in un'unica pagina

Per un ottimo riferimento bibliografico, sia per la guida alla costruzione e posizionamento dei nidi che per il loro impiego in agricoltura, rimandiamo al libro "Nidi Artificiali", di G.Premuda, B. Bedonni e F.Ballanti, Calderini Edagricole, Bologna.


PERCHÉ UN NIDO ARTIFICIALE?

Non è vero che tutti gli uccelli si costruiscono il nido sugli alberi! Ci sono specie che nidificano all'aperto ed altre che nidificano in cavità, uccelli che si costruiscono il nido ed uccelli che sfruttano il nido costruito da altri. La nidificazione è il momento più delicato ed importante per l'esistenza degli uccelli, poichè la sua buona riuscita permette la nascita di nuove generazioni che contrastano le perdite dovute a cause naturali o per mano dell'uomo. Per questo motivo, la fase della riproduzione è quella dove può rivelarsi maggiormente efficace la protezione dell'avifauna!
In natura molte specie di uccelli nidificano in cavità più o meno grandi talvolta situate nei tronchi degli alberi, fra le rocce o nelle mura di certe costruzioni. In questi luoghi la covata è più protetta dai predatori e dalle intemperie. Ci sono alcuni uccelli, come ad esempio i picchi, che sono in grado di scavarsi da soli un cavità nei tronchi d'albero. La maggior parte degli altri uccelli tutttavia deve accontentarsi di ciò che trova, sfruttando cavità naturali fra le rocce, oppure riusando cavità scavate dai picchi o altri animali.

UN AIUTO IMPORTANTE

L'uomo è l'unico fra gli animali capace di modificare profondamente e a proprio piacimento l'ambiente ed il paesaggio. Spesso (anzi, praticamente sempre, purtroppo) l'uomo si dimentica che al mondo esistono anche altre forme di vita che di solito - per vivere - chiedono solo un briciolo di buon senso e sensibilità nel modo di fare le cose. Ad oggi lo sviluppo dell'agricoltura intensiva (con l'uso di pesticidi irrorati), lo sfruttamento dei boschi da taglio e certe forme di ristrutturazione di vecchi poderi hanno comportato una drastica diminuzione delle aree e degli anfratti disponibili per la nidificazione di molte specie. A questa brutta situazione è possibile cercare di porre rimedio con l'impiego di nidi artificiali.

UN BENEFICIO PER TUTTO L'AMBIENTE: DAL GIARDINO ALL'IMPIEGO IN AGRICOLTURA

La costruzione e apposizione di una cassetta-nido nel giardino di casa, nei parchi pubblici o nei giardini delle scuole, è una indiscussa occasione di avvicinamento alla natura. Nei paesi Nord-europei, con una più consolidata cultura ambientale, la familiarità della gente con i nidi artificiali dimostra che l'impiego di questi oggetti è diventato una tradizione largamente diffusa in ogni strato sociale. Il nido artificiale può contribuire in modo importante ad un cambiamento di mentalità del singolo individuo nei confronti del rispetto dell'ambiente, che dovrebbe essere spontaneo, in modo molto più efficace di una qualunque legge imposta e punitiva.
Molti degli uccelli (ma anche pipistrelli, che però sono mammiferi) che nidificano in cavità sono mangiatori voraci di parassiti, piccoli roditori ed insetti nocivi alle colture. L'istallazione razionale di nidi artificiali nelle colture agricole a conduzione biologica, biodinamica o con i metodi della lotta ai parassiti guidata ed integrata, è una tecnica che offre molti vantaggi. In particolare, con un equilibrio naturale fra insetti e uccelli, studi scientifici hanno dimostrato che l'impiego di pesticidi (dannosi per l'ambiente e per la salute pubblica) possa essere notevolmente ridimensionato.

 



 

Lo scopo finale del WWF è fermare e far regredire il degrado dell'ambiente naturale del nostro pianeta e contribuire a costruire un futuro in cui l'umanità possa vivere in armonia con la natura.

Il WWF Italia è un ente morale riconosciuto con D.P.R. n.493 del 4.4.74.

Schedario Anagrafe Naz.le Ricerche N. H 1890ADZ.

O.N.G. idoneità riconosciuta con D.M. 2005/337/000950/5 del 9.2.2005 – ONLUS di diritto